Safe space

Il progetto Clariél nasce con il fine ultimo di raggiungere un profondo livello di introspezione personale e culturale. Per farlo, rifletto sulle intersezioni in cui le complessità si incontrano. Letteratura, arte e modernità sono i miei mezzi di riflessione e confronto. La letteratura è soprattutto quella dei romanzi, l’arte è primariamente quella degli ultimi due Secoli. La modernità è il loro contenitore.

Gli spunti di riflessione a cui mi affido hanno in comune un approccio trasversale nei confronti della realtà, un affondo obliquo che prende in considerazione una pluralità di aspetti coesistenti. Scrivo nel tentativo di sviscerare questioni di difficile comprensione, cercando di mantenere sempre una visione empatica, delicata, ma il più possibile incisiva.

Abbraccio e celebro le diversità come fattori di arricchimento, contro la marginalizzazione e a favore della creazione di spazi aperti e sicuri. Da sempre insofferente alle ingiustizie, per sempre schierata dalla parte del toro.